L’A.S.TOS. in Regione incontra i vertici della Sanità Toscana.

Via AlderottiLunedì 17 marzo, negli uffici della Regione Toscana, in Via Taddeo Alderotti a Firenze, l’A.S.TOS., rappresentata da  Mirella Gambino, Andrea Papi e Paolo Cantini, incontra i vertici della sanità toscana, il dott. Loredano Giorni, Direttore delle Politiche del Farmaco, e il Segretario dott. Salvatore Mancusi, per discutere delle politiche e misure da intraprendere per garantire la migliore assistenza possibile agli stomizzati toscani.

Il confronto non è facile: da una parte ci sono le considerazioni del risparmio e dei tagli alla spesa, dall’altra i bisogni e la tutela di oltre 4000 stomizzati. La Delibera della R.T. n. 506/08 che prevedeva un percorso terapeutico assistenziale per il paziente stomizzato è rimasta in molti casi inattuata, e molti ambulatori hanno gravi difficoltà dovute a carenza di personale e orari troppo ridotti, che non consentono il mantenimento di un livello di assistenza adeguato.

Vi è poi la questione della libera scelta del presidio, nonchè la qualità dei dispositivi, e in un contesto nazionale che vede sempre più le ASL puntare al ribasso, l’associazione chiede alle istituzioni garanzie affinchè i diritti degli stomizzati non siano sacrificati per ragioni di mera convenienza economica.

Di fronte a queste legittime preoccupazioni, le risposte ricevute vanno nella giusta direzione: viene confermato che il sistema della gare d’appalto, obbligatorio per legge, non intaccherà la qualità delle forniture e la libera scelta del dispositivo più idoneo per il paziente stomizzato. La Regione mira a concludere un Accordo Quadro con le ditte fornitrici per ottenere un risparmio di spesa, ma questo risparmio non sarà sulla pelle di noi stomizzati!

L’A.S.TOS si è impegnata comunque a fare opera di sensibilizzazione per limitare il più possibile gli sprechi, perché è del tutto inutile accumulare scorte di sacche oltre il proprio normale fabbisogno, essendo materiale deperibile. Il paziente stomizzato deve sapere che non resterà mai senza dispositivi, perché tramite gli ambulatori di stomaterapia e l’associazione stessa, potrà sempre ricevere tutta l’assistenza e l’aiuto di cui ha bisogno.

Domenica 30 Marzo, CONVOCAZIONE ASSEMBLEA e PRANZO SOCI a Cecina

Oggetto: Convocazione Assemblea 2014

[print_gllr id=236 display=short]
Il Consiglio direttivo ha deciso di convocare l’Assemblea annuale dei Soci,
DOMENICA 30 MARZO 2014 alle ore 10,30.
a Marina di Cecina (Livorno) presso il Ristorante IL MANEGGIO g.c.
con il seguente ordine del giorno:

  1. Relazione del Presidente
  2. Approvazione rendiconto economico 2013
  3. Approvazione previsione di bilancio 2014
  4. F.A.I.S. – Roma 13-15 maggio– udienza generale con Papa Francesco e Convegno Nazionale – partecipazione
  5. Programma di attività per l’anno 2014/2015– esame delle proposte

Spero di vederVi in occasione dell’Assemblea e tengo a precisarVi nuovamente che l’Associazione ha necessità della presenza di tutti Voi, affinché possa continuare a lavorare nell’interesse di tutte le persone che presentano la nostra stessa patologia.
Comunico inoltre che per quel giorno è possibile raggiungere Marina di Cecina utilizzando il pullman appositamente noleggiato. Ritrovo ore 9.00 alla Stazione S.M.Novella – Partenza dal PARCHEGGIO STAZIONE BINARIO 16 e rientro a Firenze nel tardo pomeriggio.

E’ richiesta una quota di partecipazione di 12 euro ed è necessario prenotarsi.

Inviare un mail a info@astos.it

oppure chiamare al numero 055.961898  Sig. Andrea Papi

Per coloro che non potranno intervenire è prevista la votazione a mezzo posta utilizzando la scheda allegata e la busta già intestata, da affrancare con €. 0,70, da rispedire entro il 20 marzo p.v.
Si fa presente che coloro che non hanno ancora rinnovato la quota associativa potranno farlo in sede di Assemblea oppure versando l’importo di Euro 20 a mezzo di bollettino postale intestato all’Associazione sul conto corrente n. 15833767.

Vi comunico infine che al termine dei lavori mangeremo in allegria secondo il menù allegato.

A tutti voi e alle vostre famiglie un affettuoso e sincero augurio di Buona Pasqua!

Ristorante il Maneggio

Viale Galliano, 121 57023 Cecina Livorno

Ristorante il Maneggio, Cecina (LI)
Ristorante il Maneggio, Cecina (LI)

FAIS incontra Papa Francesco _ ROMA 13-15 Maggio 2014

In allegato potete vedere i programmi del viaggio a Roma, con tre alternative di spesa, una, due o tre notti a scelta, cene incluse!
Nella giornata di mercoledì 14 Maggio mattina ci sarà l’Udienza con il Santo Padre, Papa FRANCESCO!
Nella giornata di giovedì 15 Maggio un tour guitato x Roma!

Viaggio A/R a Roma non incluso.

Chi fosse interessato a iscriversi, è pregato di comunicare quanto prima la propria adesione alla mail dell’associazione info@astos.it

Pagamento c/o bonifico bancario alla Fais, come da programma allegato,

Siena, inaugurata la nuova sede del centro per i pazienti stomizzati

Mercoledì 13 Novembre 2013

Piano 1s, corridoio lotti I-IV, Azienda Ospedaliera Universitaria Senese

StanzaStomizzati-inaugurazione

Inaugurata la nuova sede del Centro di Assistenza al Paziente Stomizzato dell’AOU Senese, operativo al piano 1S, tra il primo e il quarto lotto. “La nuova sede – ha spiegato Silvia Briani, direttore sanitario – offre maggior comfort e privacy agli utenti e ambienti più grandi per lavorare meglio”.

All’inaugurazione hanno partecipato, oltre a Silvia Briani, anche il direttore generale, Pierluigi Tosi, e il direttore amministrativo, Giacomo Centini, insieme a tutto il personale. Il centro senese, attivo dal 2002, è un punto di riferimento importante per i pazienti che si sottopongono a un intervento così delicato, in età adulta o pediatrica. Presso il centro operano due infermiere dedicate, Rita Detti e Simona Ditta, in grado di rispondere a tutte le esigenze specifiche correlate alla condizione psico-fisica dei pazienti, con percorsi assistenziali personalizzati. Il centro è inoltre punto di raccordo con i reparti che ospitano pazienti stomizzati, per garantire uniformità nelle pratiche cliniche e continuità assistenziale. Questi pazienti hanno subìto un intervento chirurgico di deviazione del tratto intestinale o urinario, di solito a seguito di patologia tumorale, e utilizzano quindi una protesi per le esigenze fisiologiche. “In accordo con l’Associazione Stomizzati Toscani – ha concluso Silvia Briani – il centro aiuta i pazienti a convivere con la nuova situazione dopo le dimissioni, gestendo al meglio la nuova condizione che può avere ripercussioni sulla vita sociale, affettiva e lavorativa”.

StanzaStomizzati-gruppo

Pierluigi Tosi, direttore generale, Silvia Briani, direttore sanitario, Giacomo Centini, direttore amministrativo, Anna Grasso, medico della direzione sanitaria e le infermiere specializzate Rita Detti e Simona Ditta